Rimborso canone depurazione: scarica il modulo
Ambiente Assicurazioni Banche Casa Commercio Diritti Economia Mondo Famiglia Lavoro
Privacy Salute Scuola&Giovani Tecnologie Telecomunicazioni Viaggi Vignette Normative Modulistica Consigli
Link utili
I tuoi diritti in diretta
Trasmissione del 14/03/2007 18:00
Le banche costeranno davvero meno grazie alle liberalizzazioni?
D'ora in poi chiudere un conto corrente sarÓ gratuito. Ma anche cambiare bancomat o carta di credito, chiudere il conto titoli o aprire un credito. La banca inoltre Ŕ obbligata a comunicare al cliente per iscritto le variazioni apportate al contratto del conto corrente. Buone notizie sul versante delle banche visto che in Italia i costi di gestione del conto corrente sono i pi¨ alti d'Europa. E' quanto conferma una nota della direzione generale per l'armonizzazione del mercato e della tutela dei consumatori del Ministero dello sviluppo economico. Le precisazioni del Ministero si sono rese necessarie perchŔ alcune banche si erano opposte a considerare a costo zero la restituzione della carta di credito e l'uscita dal conto titoli, che in alcuni casi poteva arrivare a costare anche 1000 euro. Un'altra novitÓ a favore del cittadino riguarda la variazione dei tassi di interesse: ogni banca che modificherÓ i propri tassi d'interesse, a seguito delle variazioni stabilite dalla Banca Centrale Europea, dovrÓ adeguare contestualmente sia i tassi debitori che quelli creditori. Ma le novitÓ potrebbero non essere finite perchŔ Ŕ all'esame del Governo la possibilitÓ di azzerare le spese per l'invio degli estratti conto da parte delle banche per quanto riguarda i mutui. Se il provvedimento venisse approvato quindi, la banca non potrÓ pi¨ far pagare ai cittadini il costo per la spedizione della comunicazione dell'aumento della rata successiva.

 Ascolta la scheda

 Ascolta la trasmissione completa
Copyright Mandragola Editrice s.c.g. 2018
P.IVA 08211870012