Rimborso canone depurazione: scarica il modulo
Ambiente Assicurazioni Banche Casa Commercio Diritti Economia Mondo Famiglia Lavoro
Privacy Salute Scuola&Giovani Tecnologie Telecomunicazioni Viaggi Vignette Normative Modulistica Consigli
Link utili
I tuoi diritti in diretta
Trasmissione del 14/03/2007 18:00
Le banche costeranno davvero meno grazie alle liberalizzazioni?
D'ora in poi chiudere un conto corrente sarà gratuito. Ma anche cambiare bancomat o carta di credito, chiudere il conto titoli o aprire un credito. La banca inoltre è obbligata a comunicare al cliente per iscritto le variazioni apportate al contratto del conto corrente. Buone notizie sul versante delle banche visto che in Italia i costi di gestione del conto corrente sono i più alti d'Europa. E' quanto conferma una nota della direzione generale per l'armonizzazione del mercato e della tutela dei consumatori del Ministero dello sviluppo economico. Le precisazioni del Ministero si sono rese necessarie perchè alcune banche si erano opposte a considerare a costo zero la restituzione della carta di credito e l'uscita dal conto titoli, che in alcuni casi poteva arrivare a costare anche 1000 euro. Un'altra novità a favore del cittadino riguarda la variazione dei tassi di interesse: ogni banca che modificherà i propri tassi d'interesse, a seguito delle variazioni stabilite dalla Banca Centrale Europea, dovrà adeguare contestualmente sia i tassi debitori che quelli creditori. Ma le novità potrebbero non essere finite perchè è all'esame del Governo la possibilità di azzerare le spese per l'invio degli estratti conto da parte delle banche per quanto riguarda i mutui. Se il provvedimento venisse approvato quindi, la banca non potrà più far pagare ai cittadini il costo per la spedizione della comunicazione dell'aumento della rata successiva.

 Ascolta la scheda

 Ascolta la trasmissione completa
Copyright Mandragola Editrice s.c.g. 2017
P.IVA 08211870012